25.5.17

SU LA TESTA!

Senza il sostegno concreto dei lettori non sarà possibile garantire più alcuna inchiesta. Ricerca, analisi e studio richiedono tempo utile e dispendio di denaro per le spese occorrenti.


In questo sito dove migliaia di persone quotidianamente attingono gratis informazioni documentate, non ci sono sponsor o messaggi pubblicitari, e anche ciò consente di essere completamente indipendenti e non influenzabili. Se apprezzi questo lavoro di documentazione a disposizione di chiunque gratuitamente, puoi premiare SU LA TESTA! con una semplice  donazione.

Grazie e buon vento!
 
SU LA TESTA!

conto corrente di Poste italiane

iban:

IT80 J076 0115 7000 0009 3227 742
 

dall'estero:
 
codice BIC/SWIFT

BPPIITRRXXX

DONAZIONE DI ORGANI: NUOVA PORCATA AFFARISTICA

IMMINENTE PERICOLO DI “DONAZIONE PRESUNTA”
IL PARTITO DELLA MINISTRA LORENZIN HA PRESENTATO
“Modifiche alla disciplina relativa alla donazione di organi e tessuti”
“donazione presunta” è peggio del “silenzio-assenso”
Il Disegno di legge (DDL) n. 2751 “Modifiche alla disciplina relativa alla donazione di organi e tessuti” (L. 91/99) è stato presentato il 16.03.2017 dai Senatori di Alternativa Popolare (ex NCD) che fa capo ad Alfano, Lorenzin, Costa, Formigoni, Lupi, Cicchito... propone l'abrogazione del comma 2. e parte del comma 4.b) dell'Art. 4 della L. 91/99. Primo firmatario Sen. Marcello Gualdani (funzionario della regione di Sicilia). Detto comma 2. recita: “I soggetti cui non sia stata notificata la richiesta di manifestazione della propria volontà in ordine alla donazione di organi e di tessuti, secondo le modalità indicate con il Decreto del Ministro della sanità di cui all'art. 5 comma 1., sono considerati NON donatori”.

24.5.17

BAMBINI A PERDERE

   

Chi è interessato ad una presentazione dell'autore può contattare il seguente indirizzo:

sulatestaitalia@libero.it
   

TUMORI NELL'INFANZIA: PRIMATO ITALIANO

di Gian Paolo Farina*

L'attuazione della prevenzione primaria per evitare che i nostri figli , cittadini italiani   si ammalino e muoiano di patologie tumorali e leucemie  non esiste? Quando si toccano gli interessi delle case farmaceutiche si mobilita la Stato e si promuovono leggi urgenti e sanzioni drastiche . Gli "uomini" delle  istituzioni si trasformano in patrioti (vedere dichiarazioni Sip-pediatri). Quando  ci sono da prendere provvedimenti che tutelino le fasce più deboli ed indifese, i  pilastri della nazione italiana, i nostri bambini, promuovendo strumenti che riducano le fonti delle emissioni, bonifica dei territori contaminati da decenni di barbaro e sistematico utilizzo dell'ambiente come discarica incontrollata, allora gli stessi decisori s'intimidiscono e paiono affetti da deficit sensoriali ed ipoudenti. Uno strabismo legislativo che in un cosiddetto paese civile democratico assume connotati inaccettabili se non provocatori.

 *medico

 https://comune-info.net/2017/05/tumori-infantili-primato-italiano/

GIOCHI DI GUERRA SULLA PELLE DEI SARDI

di Gianni Lannes

Sulla grande isola ad ovest dello Stivale che scruta la penisola iberica nel bel mezzo del Mar Tirreno, ormai da decenni la primavera viene annichilita dall’impronta bellica. Altro che cartolina vacanziera. Anche quest’anno in mare lo scenario infernale non muta. «Esercitazioni a fuoco: lanci di missili e razzi nel mese di marzo, aprile, maggio e giugno 2017». Le ordinanze della Capitaneria portuale di Cagliari attestano l’interdizione alla navigazione, all’approdo, alla pesca ed ai mestieri affini, entro le acque territoriali comprese nella giurisdizione del circondario marittimo cagliaritano.

BAMBINI A PERDERE

   

Chi è interessato ad una presentazione dell'autore può contattare il seguente indirizzo:

sulatestaitalia@libero.it
   

VACCINI: PROVE DI TOTALITARISMO IN ITALIA



di Gianni Lannes

Un altro radiato: Dario Miedico (77 anni) è uno dei 153 firmatari della lettera all’Iss che vanta il presidente Ricciardi in macroscopico conflitto di interessi. Fu così che in Italia non ci fu più una sola reazione avversa ai vaccini. Sotto dittatura il dissenso critico è assolutamente vietato. L’Istituto superiore di sanità ha ricevuto un documento firmato appunto da 153 medici nel quale si segnalano le tare di una pratica mal eseguita (secondo i firmatari), ed anziché occuparsi di tali rischi, cioè svolgere il suo lavoro, fa da delatore per una ritorsione privatistica. Ben 15 paesi europei, tra cui la Germania non hanno programmi vaccinali. Visto l'andazzo, adesso i medici che certificano i falsi invalidi li fucilano? 

TORTURA TECNOLOGICA


di Gianni Lannes

Va in onda la stagione del grande fratello. Una rassegnata abulia e una stanchezza mentale avvolgono il belpaese dove peraltro la tortura non è un reato penale, mentre la libertà espressiva è un delitto  sanzionato da un codice fascista ancora in vigore.In compenso dal 2006 è operativa Eurogendfor che già dispone sia pure illegalmente, delle informazioni sensibili della popolazione europea.


ALTERAZIONE DELLO SPAZIO UMANO



di Gianni Lannes

Radiazioni artificiali provocate da esperimenti nucleari, surriscaldamento della ionosfera con onde ad alta frequenza, esperimenti chimici, scariche VLF, elettrosmog e così via, all’insaputa dell’umanità. Un nuovo studio realizzato da  alcuni ricercatori anglo-americani, intitolato “Anthropogenic Space Weather” è stato pubblicato su “Space Science Reviews” il 27 marzo scorso. La ionizzazione dell’aria neutralizza l’elettricità statica. Il riscaldamento elettrico secca l’aria ambientale e distrugge gli elementi di vitalità. Lo schermo del televisore e quello del computer sono potenti emettitori d ioni elettrici devitalizzanti.

riferimenti:

https://arxiv.org/pdf/1611.03390.pdf 

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=darpa 

VACCINI: DECRETO LEGGE IRREPERIBILE!

di Gianni Lannes

Effetto rolex: nemesi medica e politica. Comunque, giù le mani dai bambini! Dopo una martellante propaganda dei mass media senza un filo di razionalità, in barba ai dettami dell’evidenza scientifica, inventando un’epidemia inesistente, il 19 maggio scorso il consiglio dei ministri su proposta del primo ministro Gentiloni e del ministro Lorenzin, con il pretesto dell’urgenza - grazie all'inesistente opposizione parlamentare - ha approvato il cosiddetto decreto legge che impone un bombardamento di vaccini sui minori, vale a dire un trattamento sanitario obbligatorio che viola i diritti costituzionali di neonati, bambini, adolescenti e genitori.

A tutt’oggi, 24 maggio 2017, lo strombazzato decretino pompato da giornali e dalle radio-televisioni di regime nonché dai camici grigi con il presidente dell'Istituto superiore di sanità in palese conflitto di interessi, non è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Ma ecco cosa stabilisce l’articolo 77 della Costituzione Repubblicana Italiana, a cui i politicanti italidioti devono attenersi rigorosamente:

«Il Governo non può, senza delegazione delle Camere, emanare decreti che abbiano valore di legge ordinaria. Quando, in casi straordinari di necessità e d’urgenza, il Governo adotta, sotto la sua responsabilità, provvedimenti provvisori con forza di legge, deve il giorno stesso presentarli per la conversione alle Camere che, anche se sciolte sono appositamente convocate e si riuniscono entro cinque giorni. I decreti perdono efficacia sin dall’inizio, se non sono convertiti in legge entro sessanta giorni dalla loro pubblicazione. Le Camere possono tuttavia regolare con legge i rapporti giuridici sorti sulla base dei decreti non convertiti».

BAMBINI A PERDERE

   

Chi è interessato ad una presentazione dell'autore può contattare il seguente indirizzo:

sulatestaitalia@libero.it
   

23.5.17

GIANNI LANNES A LANCIANO IL 3 GIUGNO


VACCINI: DECRETO LEGGE NON PUBBLICATO IN GAZZETTA UFFICIALE

di Gianni Lannes

Nessuna epidemia o pandemia in Italia. E così il tanto sbandierato decreto legge varato il 19 maggio 2017 dal consiglio dei ministri, ovvero da Gentiloni ma soprattutto dalla Lorenzin, non è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, e non è stato trasmesso al Parlamento. Dunque, non ha alcun valore giuridico, legale, amministrativo. E il 20 luglio decade definitivamente. Tanto rumore per nulla, eppure i grullini al primo accenno di tempesta  si sono subito calati le braghe, invece di difendere bambini e genitori. Ma di cosa hanno paura i politicanti italidioti, inclusi gli ultimi onorevoli tromboni?

FALCONE E BORSELLINO: ASSASSINATI DALLO STATO ITALIANO



22.5.17

BAMBINI A PERDERE

   

Chi è interessato ad una presentazione dell'autore può contattare il seguente indirizzo:

sulatestaitalia@libero.it
   

AMORE, BELLEZZA, PIETA’


Rodi Garganico (1987) © Gianni Lannes

di Gianni Lannes

Nonostante il macrocosmo attuale di incomprensioni ed egoismi, mi rivedo bambino in casa dei miei nonni materni dove sono venuto al mondo in modo naturale, senza bisogno di alcun medico. Lì, nel profondo Sud, una volta tutto era semplice e antico. 


GENTILONI E LORENZIN: GIU’ LE MANI DAI BAMBINI!



di Gianni Lannes

Il recente decreto legge che impone il trattamento sanitario obbligatorio vaccinale a neonati, bambini e adolescenti, viola non solo la Costituzione Repubblicana Italiana, ma altresì anche una serie di convenzioni internazionali ratificate dall’Italia a protezione dell’infanzia.

DECRETO VACCINI: FUORILEGGE

Il decreto legge del 19 maggio 2017 licenziato dal consiglio dei ministri, su iniziativa di Gentiloni e Lorenzin, (ma non pubblicato in Gazzetta Ufficiale e non trasmesso al Parlamento, e dunque non valido), viola in punta di diritto e in un solo colpo norme nazionali, trattati europei e convenzioni internazionali:
 

VACCINI:IL DECRETO LEGGE FANTASMA!


di Gianni Lannes

Per essere valido un decreto legge deve essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale e subito sottoposto al vaglio del Parlamento per l’eventuale conversione in  legge entro 60 giorni inderogabili. A tutt’oggi niente di tutto questo, nonostante la sbandierata urgenza: c’è soltanto un comunicato stampa del 19 maggio scorso, un atto ufficiale che recita:

«Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Paolo Gentiloni e della Ministra della salute Beatrice Lorenzin, ha approvato un decreto legge contenente misure urgenti in materia di prevenzione vaccinale».

Attualmente in Italia non è in atto alcuna epidemia o pandemia, eppure il governo tricolore con un palese abuso di potere, preclude l’accesso alla scuola pubblica a chi non si vaccina forzatamente. 

UN MEDICO CONTRARIO ALLA VACCINAZIONE OBBLIGATORIA

di Franco Giusto

Come medico chirurgo tengo a precisare che non sono contrario alla somministrazione di alcuni vaccini se usati con scienza e coscienza ogni qualvolta se ne richieda il loro effetto preventivo su specifiche malattie, anche se non sempre è garantito che ciò avvenga in modo efficiente dopo la loro somministrazione. Io stesso quando scendo in Africa ad operare come volontario mi sottopongo ad alcune vaccinazioni obbligatorie ma allo stesso tempo utili in quei paesi dove le scarse condizioni igieniche e di sviluppo civile della società mantengono alto il rischio del contagio di infezioni (ad es. febbre gialla, tifo, tetano, epatite B). Ci sono alcune indicazioni riconosciute scientificamente utili e obbligatorie per alcuni vaccini: ad es. in chirurgia la somministrazione del vaccino antipneumococcico ai pazienti che devono essere sottoposti a splenectomia per evitare tale grave e talora mortale infezione postoperatoria. Personalmente mi auguro che possa presto essere definito un efficiente vaccino antimalarico che salverebbe la vita di molti bambini e adulti nei paesi sottosviluppati , dove la malaria miete centinaia di miglia di vittime ogni anno (visto che non c'è l'intenzione di debellarla bonificando il territorio).

SONO CONTRARIO alla vaccinazione obbligatoria preventiva indiscriminata di massa dei bambini sani in un paese con buone condizioni igieniche e in assenza di epidemie vere accertate di malattie infettive. SONO CONTRARIO all'uso degli attuali vaccini umani che contengono sostanze additive tossiche, sotto forma di nanoparticelle, quali alluminio e mercurio in grado di provocare in alcuni bambini "predisposti" reazioni allergiche o più gravi a carico sia del sistema neurologico o altri distretti corporei.